Giorgio Tonini su Macron

La vittoria di Macron segna uno spartiacque nella crisi europea, con importanti ripercussioni sulla posizione dell'Italia. Il voto francese ha visto sconfitte le forze antieuropeiste, sia di destra nazionalista, sia di sinistra massimalista. Se queste forze fossero riuscite a prevalere, il destino del più importante progetto storico che il Novecento ha trasmesso alla nostra generazione sarebbe entrato in una crisi probabilmente irreversibile. Con conseguenze negative incalcolabili: perfino la pace sarebbe stata a rischio. E invece l'Europa ha vinto, con due terzi dei voti dei francesi, che hanno voluto all'Eliseo il presidente forse più europeista della storia della V Repubblica. La prima conseguenza sarà il rilancio, su basi nuove, dell'asse franco-tedesco. Su basi nuove, perché avrà una connotazione dinamica e non più statica, come è avvenuto negli ultimi anni. Da troppo tempo, l'asse franco-tedesco era diventato il principale freno a qualunque vero pr [...]

11 Mag 2017 • Stefano Ceccanti

la mia lettura del voto francese per www.dpce.it

Sistema dei partiti e regole costituzionali dopo le presidenziali: quali parametri di giudizio? di Stefano Ceccanti Premessa Scrivo di getto questo commento per iniziare una discussione in mo [...]

08 Mag 2017 • Stefano Ceccanti

Luciano Iannaccone versus Tarquinio

IL NUOVO MILLENARISMO   Sulla duplice intervista di Beppe Grillo all’ “Avvenire” e di Marco Tarquinio al “Corriere della Sera” si è già detto tutto, o quasi. Ho apprezzato i comment [...]

22 Apr 2017 • Stefano Ceccanti

Orvieto, 15 novembre. Relazione di Stefano Ceccanti su riforme istituzionali

1. Questioni che non casualmente vengono da lontano: quel convegno di trentacinque anni fa Sarebbe giusto ma anche troppo facile fare un’analisi del riordino del nostro sistema istituzionale a partire dalla modifica degli assetti geopolitici internazionali intervenuta esattamente venticinque anni fa, assetti che avevano inciso in modo diretto sul nostro sistema dei partiti e sull’Assemble [...]

Tonini al Senato su Zaccagnini

TONINI (PD). Signora Presidente, anche il Partito Democratico si associa a questo ricordo di Benigno Zaccagnini, morto esattamente 25 anni fa - il 5 novembre del 1989 - quattro giorni prima della caduta del muro di Berlino. La storia politica di Zaccagnini, in qualche modo, è racchiusa in tutta la vicenda della prima Repubblica, dai suoi albori con la resistenza fino alla caduta del muro di Ber [...]

Orvieto- 15 e 16 novembre

5 Novembre 2014 XV Assemblea annuale di LIBERTA'eguale 1000 giorni di riforme XV Assemblea annuale di LIBERTA'eguale Orvieto 15-16 novembre 2014 Palazzo del Capitano del Popolo Programma di massima Sabato 15 novembre, ore 10,30 Focus tematico "Jobs Act e futuro del mercato del lavoro in Italia" Introduce: Tommaso Nannicini Previsti gli interventi di: Giuliano [...]

Ha ragione la Bindi.La Leopolda è imbarazzante - V.Ferla

Ha ragione la Bindi. La Leopolda è imbarazzante Vittorio Ferla E sì, ha ragione la Bindi. La Leopolda è imbarazzante. Come sempre avviene con le cose nuove e imprevedibili, quelle che fanno saltare i vecchi schemi, consolidati e retrivi. Per quel piccolo mondo antico di post democristiani e post comunisti, la Leopolda è un oggetto incomprensibile. Una sorta di Ufo che scardi [...]

Giorgio Tonini su piazze e palchi

Sono quasi settant'anni che il popolo della sinistra italiana, con le sue mille bandiere rosse al vento, si ritrova a San Giovanni: la piazza più grande di Roma, scelta per dare l'impressione di una forza immensa, inarrestabile, invincibile. E sono settant'anni che quello stesso popolo, alle elezioni, si conferma tristemente minoranza: piazze piene, urne vuote, ammetteva sconsolato [...]

Da Letta a Renzi: padre Francesco Occhetta su "La Civiltà cattolica"

                      Le cinque condizioni per la governabilità La forza del programma di Renzi sono le politiche «centriste» da costruire nello spazio moderato. Sindacati, Confindustria e i principali agenti degli enti intermedi aspettano con fiducia i primi risultati di questo Governo. è questa la prima condizione importante che depone a favore [...]

La Chiesa connivente con lo sfascio morale

di Massimo Toschi Dice il Qoelet che c´è un tempo per parlare e un tempo per tacere. E quando il credente rovescia i tempi, significa solamente che il suo silenzio e la sua parola sono al servizio del suo peccato e del suo rapporto con il potere. Secondo il detto del vecchio parroco di don Milani "perdono ma non dimentico", è bene ricordare chi ha parlato quando doveva stare zitto e oggi fa [...]

Ancora su Antiseri e la ‘diserzione’ dei cattolici in politica - V.Ferla

Ancora su Antiseri e la ‘diserzione’ dei cattolici in politica Vittorio Ferla L’articolo di Dario Antiseri apparso sul Corriere della sera del 9 ottobre u.s. (I cattolici e la politica: una diserzione che tradisce l’Italia) lascia perplessi sotto diversi profili. In primo luogo, la distinzione tra destra e sinistra. E’ vero: in buona parte appare superata. Ma non al punto che [...]