Ripenso ogni giorno a quei saluti mancati

Società

"Ogni giorno ripenso a quei saluti mancati, ai giorni in cui avrei voluto stare accanto a mio padre e a mia madre, agli abbracci che loro si sarebbero voluti scambiare e che sono stati impossibili". La storia di Marco Vittorio Covassi e Matilde Pretto, raccontata dalla figlia Beatrice, riassume tutto il dramma di chi è morto in ospedale, da solo, durante la pandemia. E di chi è rimasto con il vuoto di quei saluti cancellati per legge. Ottantadue anni lui, 80 lei, due figli e una vita insieme, [...]

02 Dic 2020 - il Landino

Il fantasma della libertà, di Luciano Iannaccone

Politica

Nel dibattito in corso su “destra” e “sinistra”, società aperta o chiusa in se stessa,  si inserisce l’articolato intervento di Giorgio Armillei su questo blog. Ma ha detto la sua anch [...]

18 Nov 2020 • Luciano Iannaccone

E' tempo di un nuovo schema, di Giorgio Armillei

Politica

Il Foglio ha ospitato nelle settimane precedenti le elezioni USA tre interventi di un interessante dibattito sul futuro del sistema politico italiano, un sistema attualmente ingessato non solo dalla p [...]

13 Nov 2020 • Giorgio Armillei

Social Twitter

Fermare il populismo: istruzioni per l'uso, di Giorgio Armillei

Politica

E così Trump esce di scena. Male, inutile dirlo. Come male ha governato per quattro anni, anche quando ha fatto le (pochissime) scelte giuste. Male perché il populismo non è compatibile con la democrazia liberale, non c’è proprio nulla da romanizzare. Male perché il nazionalismo non è compatibile con la modernizzazione avanzata, non c’è identitarismo buono da salvare.Trump esce di scena ma il trumpismo non si cancella con un voto, non era difficile prevederlo: il populismo è ancora vivo. Il cluster trumpiano di uomini bianchi, sopra i 65 anni, fondamentalisti, residenti nelle zone rurali e nelle piccole città, tra south e midwest è ancora lì. Anzi, grazie agi scivoloni della sinistra liberale, ha conquistato qualche spazio in più. Ma questo conferma quanto detto da molti in questi anni. La struttura profonda del trumpismo non ha a che fare principalmente con la frattura tra destra e sinistra ed è invece intrecciata con il “cultural backlash” degli ultimi decenni. S [...]

08 Nov 2020 • Giorgio Armillei

Social Facebook

Padre Sorge, la cultura dell'intesa e la democrazia competitiva, di Stefano Ceccanti

Chiesa - Politica

Oggi è scomparso padre Sorge. Chi si è formato negli anni '70 gli deve molto. Sui vari temi su Civiltà Cattolica cercava posizioni di equilibrio avanzato rifuggendo però da forme di radicalismo o di minoritarismo, secondo la classica impostazione montiniana e morotea. Per un anno intero al Movimento studenti di Azione Cattolica di Pisa utilizzammo come testo di riferimento di un gruppo di studio i suoi testi raccolti nel volume “Capitalismo, scelta di classe, socialismo” che si approccia [...]

02 Nov 2020 • il Landino

Originalisti o semplicemente conservatori, di Giorgio Armillei

Politica

La nomina a giudice della Corte Suprema USA di Amy Coney Barrett costituisce uno dei fatti più importanti, secondo soltanto alle elezioni di presidenziali, della situazione politica americana. È nota la grande influenza della Corte su ogni aspetto della società statunitense, dai diritti fondamentali alle politiche per la salute, dall’economia alle politiche dell’immigrazione. Ed è altretta [...]

18 Ott 2020 • il Landino

Egemonia senza consenso e populismo democratico, di Giorgio Armillei

Politica

Come suggerisce Giorgio Tonini all’inizio di un suo lungo articolo di qualche giorno fa https://bit.ly/30rOxzk  dedicato al paradosso del riformismo democratico in Italia - una “egemonia senza consenso” lo definisce - l’esito della tornata elettorale e referendaria non ha granché rilievo per uno scavo approfondito di questo paradosso.Salvini e la sua Lega sono i grandi sconfitti di q [...]

02 Ott 2020 • il Landino