le divisioni di Renzi - d.allegranti in foglio 18.08.2016

Le divisioni di Renzi Confindustria, Cisl, Acli, intellò, Mr. preferenze e altri. La conta dei potenziali “sì” al referendum di David Allegranti | 18 Agosto 2016 Roma. Quante divisioni ha il Papa, in questo caso Matteo Renzi? L’estate sta finendo, l’autunno costituzionale sta arrivando, il referendum incombe ed è l’unica cosa di cui il Pd riesce a parlare ininterrottamente da mesi. Fra i gran rifiuti scontati alle riforme (dalla Cgil al M5s), si va strutturando anche un bacino potenziale di elettori a favore del sì su cui il premier potrebbe contare. Potenziale, appunto, beninteso: il fatto che la dirigenza di un’associazione di categoria si sia schierata a favore del sì non implica che lo stesso faranno i suoi iscritti. Altrimenti si cade nell’effetto Sergio D’Antoni, che dopo aver lasciato la Cisl, di cui era segretario, nel 2001 fondò Democrazia europea, che chiuse bottega nel 2002. Il pluralismo associativo, insomma, è roba complicata, figurarsi po [...]

19 Ago 2016 • Isabella Nespoli

Intervista a Stefano Ceccanti -Repubblica 15.08.2016

POLITICA Ceccanti: "Referendum, ribalteremo i sondaggi negativi, ci serve tempo per i contenuti" Il voto sulla riforma costituzionale divide le Feste dell’Unità. Il costituzionalista: "Non si [...]

16 Ago 2016 • Isabella Nespoli

Intervista a Arturo Parisi - La Stampa 15.08.2016

Arturo Parisi: “Il mio sì al referendum è nel solco dell’Ulivo” L’ex ministro della Difesa benedice la riforma, ma invita Renzi a riconoscere i meriti di chi lo ha preceduto ANSA Arturo [...]

16 Ago 2016 • Isabella Nespoli

Articolo 18: il punto non è se, ma come e chi proteggere

Sicuramente con o senza l’articolo 18 il mercato del lavoro è sempre stato molto più mobile di quanto si dica. La gran parte del lavoro dipendente del settore privato negli ultimi anni non è certo stata al riparo dal rischio di perdere il posto nè dalla fiacca dinamica dei redditi. Quasi mai è l’articolo 18 la causa del nanismo delle imprese italiane. Né esso è il principale freno della [...]

Girardi e l'età del dialogo

di Raniero La Valle Con la morte di Giulio Girardi, teologo dell’inclusione e filosofo della liberazione, si può considerare simbolicamente conclusa l’età del dialogo. Essa ha attraversato una larga parte del Novecento e ha interessato politiche, ideologie e religioni; si può dire che quanto più erano visibili i patimenti e le minacce arrecate dalle contrapposizioni in atto (c’era vio [...]

Ultimo saluto a Giulio Girardi

di Gianni Novelli Nella notte di domenica 26 febbraio, Giulio Girardi ci ha lasciato. Il suo corpo martoriato da una lunga e spietata infermità ha cessato di essere ostacolo al suo grande spirito, alla sua operosa intelligenza di un Dio Liberatore e di un’umanità liberata. Avevamo da poco ricordato i suoi 86 anni, insieme a Bruno Bellerate che l’ha accompagnato fraternamente so [...]

L’orizzonte bipolare nella costruzione della democrazia italiana: il contributo dei cattolici -G.Guzzetta

L’orizzonte bipolare nella costruzione della democrazia italiana: il contributo dei cattolici I cattolici e il bipolarismo Roma . 23 febbraio 2012 Centro congressi «Roma eventi» Università Gregoriana Piazza della Pilotta, 4 1. Due visioni della democrazia e due filoni del pensiero politico cattolico Come ricorda Rosario Romeo "le discussioni sulla storia d’It [...]

The Bible Is Not a Public Policy Manual - Aaron D. Taylor

The Bible Is Not a Public Policy Manual The Huffington Post 02/28/2012 My pastor and I have a friendly tiff going on. He says that Jesus was strictly a-political; therefore, Christians should abstain from politics completely. I say that Jesus challenged violent, poverty-inducing, socio-political structures throughout his life and ministry; therefore, Christians have a duty [...]