Riforme costituzionali- la replica di Giorgio Tonini a Bersani su Facebook

Sulle riforme costituzionali, Bersani invoca il buon senso, ma sfugge al confronto di merito. Ed è difficile parlarsi e intendersi nel Pd, come sarebbe necessario, andando al di là dello stucchevole battibecco su gufi e servi, Vietnam e Napalm, senza fare i conti, in modo serio e argomentato, con i contenuti della riforma elettorale (Italicum) e di quella costituzionale (ddl Boschi). Dice Bersani, sul Corriere della Sera di ieri: "Io sostengo la tesi che la combinazione fra riforma costituzionale e riforma elettorale ci consegna un sistema costruito per l'uomo solo al comando, senza contrappesi". E aggiunge, gratificandomi di una citazione: "Tonini nega, ma chi ha buon senso sa che è così". Argomento singolare, ma andiamo avanti. Quello a cui stiamo lavorando, dice Bersani, "non è un sistema parlamentare, né presidenziale, è un sistema del 'ghe pensi mi'. In quale democrazia un premier si nomina gran parte dei parlamentari, capo dello Stato e istituzioni di garan [...]

06 Ago 2015 • Stefano Ceccanti

Il merito e la meritocrazia di Nino Labate

Il merito e la meritocrazia ( L’enciclica Laudato sì , e l’articolo di Alberto Alesina sul Corriere ) Lo stesso giorno che la stampa italiana ha annunciato l [...]

23 Giu 2015 • Stefano Ceccanti

Le unioni civili sono pro famiglia di Peppe Lumia

E’ giunto il tempo perchè anche il nostro Paese si apra alle unioni civili tra le persone dello stesso sesso. In Europa siamo fanalino di coda. Continuerò, pertanto, a battermi perchè al più pre [...]

20 Giu 2015 • Stefano Ceccanti

La spiegazione più organica del documento dei 75 ed altro ancora..

XII Assemblea annuale di LIBERTàeguale "DECISIONE E POLITICA DEMOCRATICA" Conclusioni di ENRICO MORANDO Orvieto 17-18-19 settembre 2010 Palazzo del Capitano del Popolo Piazza del Popolo Prima di tutto vorrei inviare, tramite Radio Radicale, un saluto a Luciano Cafagna, che questa volta non ha potuto essere ad Orvieto con noi. Qui si è molto parlato di cultura politica del centro-sinistra ita [...]

Breve critica di alcune tesi del Documento preparatorio della settimana sociale

di Giovanni Bianco 1. Nello sviluppare alcune brevi riflessione su taluni aspetti rilevanti del Documento preparatorio per la 46a settimana sociale dei cattolici italiani ritengo sia importante riuscire a cogliere sia i contenuti più interessanti e condivisibili del testo sia quelli più controversi e confutabili. E' di sicuro da apprezzare il tentativo di offrire una lettura ragionata e b [...]

“Area Democratica”: un’esperienza superata

La riunione di ieri sera di "Area Democratica": un'esperienza superata La riunione di ieri sera di "Area Democratica" ha registrato una diversità di prospettive che rendono quell'esperienza ormai obiettivamente superata. Per un verso vi è chi, come Franceschini, Marini, Fassino, Damiano, pur non negando le difficoltà del partito, condivide in questa fase nella sostanza la linea pol [...]

Tornare avanti versu sSettimana sociale

"Tornare avanti": il contrario esatto del documento sulla Settimana sociale dei cattolici Curiosamente il dibattito sul Documento dei 75 ha fatto dimenticare quello di poco precedente, il documento dei quarantenni bersaniani, alcuni dei quali tra i principali dirigenti del Pd odierno, denominato "Tornare avanti" (http://www.ilpost.it/2010/09/11/tornare-avanti/), forse perché poco coraggiosamente [...]

Profumo di Papa, straniero.

Memorabile giornata quella di ieri, a dire come siamo messi. Alessandro Profumo, banchiere “ulivista” esce di scena da Unicredit e qualcuno, non sapendo con chi prendersela (se con Bossi o con Gheddafi) si affretta subito ad immaginarne la discesa in campo come “Papa straniero” leader del PD (sic). Ettore Gotti Tedeschi, banchiere del Papa cattolico-liberale (lui e il Papa), viene “nomin [...]

Tempi supplementari

di Giorgio Armillei Lascia francamente perplessi il modo con il quale il PD sta reagendo all’iniziativa assunta con il documento Veltroni. Intendiamoci, è un’iniziativa che giunge con grande ritardo rispetto allo stato del PD, ai tempi supplementari o forse a tempo scaduto. Ma si tratta di un’iniziativa del tutto fisiologica all’interno di una visione moderna del partito politico. Il PD [...]

Sintesi del mio intervento a Orvieto

Sintesi del mio intervento ad Orvieto 1. Forse il documento dovevamo farlo prima In questa legislatura la maggioranza non fa riforme e va avanti con modus vivendi provvisori e così continuerà probabilmente a fare ancora per molto, rendendo vane le attese di crolli imminenti. Nella crisi del rapporto del berlusconismo col Paese il Pd può inserirsi, ma lo può fare solo se riflette sul dato anoma [...]

da Europa di oggi

I due “errori” di Bodrato Caro direttore, si può condividere o meno l’idea che noi “maggioritari” come sostiene Guido Bodrato, abbiamo fatto gravi errori. Tuttavia Bodrato ne fa almeno due. Il primo è quando sostiene che Roberto Ruffilli «era convinto che la strategia referendaria, giustificata dall’inerzia del parlamento e dall’intenzione di colpire la partitocrazia, avrebbe favo [...]

Perché ho firmato il documento Veltroni: breve guida alla lettura

Perché ho firmato il documento Veltroni: breve guida alla lettura di Stefano Ceccanti 1. Siamo nel punto più basso di credibilità del Governo, ma siamo anche al punto più basso delle intenzioni di voto per il Pd. Come alle amministrative, quando il Pdl ha perso alcuni milioni di voti verso l'astensionismo ma noi ne abbiamo persi di più. In questa situazione sono i silenzi, i facili unan [...]