Il deputato Michele Nicoletti spiega cos'è un gruppo parlamentare in una democrazia parlamentare

Alcune riflessioni sul Gruppo parlamentare A due anni dall’inizio della legislatura sono emerse con chiarezza alcune questioni che hanno bisogno di una approfondita discussione e di una rigorosa messa a punto, considerate le rilevantissime responsabilità che il nostro Gruppo ha nel prosieguo della legislatura. Non solo. La riforma della legge elettorale e del sistema bicamerale esigono al contempo riflessioni e decisioni sulla natura del Gruppo parlamentare, sui suoi rapporti con il Governo, con il Partito e con il Parlamento in generale, per impostare su solide basi istituzionali, regolamentari e comportamentali lo scenario politico futuro. Qualsiasi cosa si possa pensare della legge elettorale e della riforma costituzionale a proposito del cambiamento della forma di governo, è del tutto evidente che rimarremo dentro una forma di democrazia parlamentare in cui la vita e la morte del Governo riposano sulla fiducia della sua maggioranza parlamentare. Con una maggioranza di [...]

23 Mag 2015 • Stefano Ceccanti

Enrico Morando sul libro di Galeazzi e Tornielli

Presentazione del libro “Papa Francesco. Questa economia uccide.” Parrocchia San Pio V – Roma – 14 maggio 2015 1- La crescita e la disuguaglianza. “La crescita in equità esige qualcos [...]

19 Mag 2015 • Stefano Ceccanti

Giovanni Cominelli sull'Eco di Bergamo sui test Invalsi

Questa volta il 25% degli studenti delle superiori ha boicottato la somministrazione delle prove dell’Istituto nazionale di valutazione del sistema di istruzione (Invalsi). Perché? I test dell’In [...]

16 Mag 2015 • Stefano Ceccanti

Lettera Ceccanti-Parisi ai parlamentari su Mattarellum

Cari colleghi, in queste settimane si è riaperto un dibattito sulla necessità di modificare l’attuale legge elettorale, il cui maggiore anche se non unico difetto e' quello di annullare il rapporto irrinunciabile tra i cittadini e i loro rappresentanti. Nella primavera dell'anno scorso, col sostegno di colleghi appartenenti a partiti dei due schieramenti parlamentari, abbiamo present [...]

Programma Orvieto aggiornato

17 Settembre 2010XII ASSEMBLEA ANNUALE XII Assemblea annuale di LIBERTàegualeDECISIONE E POLITICA DEMOCRATICA Orvieto 17-18-19 settembre 2010Palazzo del Capitano del PopoloPiazza del Popolo Alla assemblea di Orvieto parteciperanno esponenti e parlamentari del Partito Democratico e del centrosinistra, insieme a tutti i dirigenti e i militanti di LIBERTàeguale e, tra gli altri, Sergio CHIAMPAR [...]

Demonio cattolico.

di Giovanni Bianco Giulio Andreotti è un senatore a vita che incarna un’anima consistente e cupa della prima Repubblica, quella più inquietante, fatta di servizi segreti deviati, di collusioni oscure, di mafia e delitti, di logge massoniche segrete cospiratrici contro lo Stato democratico, di palazzinari, servi del potere, gestori delle tangenti, signori del clientelismo e delle tessere, banc [...]

La sfida delle Settimane Sociali al Pd

La sfida delle Settimane Sociali al Pd: politica non invadente, democrazia decidente di Stefano Ceccanti Il Pd fa bene a promuovere un confronto sul documento della settimana sociale, sulla scia di analoghe iniziative, a cominciare da quella di “Libertà eguale”. Le questioni sollevate non possono infatti essere appaltate a possibili alleati né riservate ai soli cattolici del Pd, ma interpe [...]

Propaganda Potere Protezione

di Luigi Bettazzi Uno degli argomenti centrali, nella vita e nell’informazione attuali dell’Italia, è quello della P3, che sarebbe una Loggia massonica impegnata a manovrare le istituzioni e a organizzare opportunità finanziarie a vantaggio del Governo e di personaggi partecipi o comunque amici del Governo. Non si sa se veramente si tratti di una Loggia massonica o di un gruppo di persone c [...]

Bindi, più cautela

Ceccanti (Pd) Più prudenza da parte di Rosy Bindi, per il ruolo che ricopre e per non affermare una vocazione minoritaria Le dichiarazioni di ieri di Rosy Bindi, come dimostrano anche le reazioni, segnalano che è richiesta da parte sua molta più prudenza per almeno due motivi. Il primo è una questione di metodo, connessa alle funzioni: chi ricopre ruoli più elevati nel Pd, ancor più se di ga [...]