Politica serva della finanza

di Felice Scalia Le misure di austerità presentate dal neo premier Monti mi lasciano sgomento ed interdetto, ma non impreparato. Non sono un economista, sono un prete che però ha sempre considerato con attenzione l’andamento del destino dei poveri in mano alla finanza. Come tanti italiani, posso ammettere che queste misure “lacrime e sangue” erano inderogabili. Solo che mi riesce difficile ingoiare questa socializzazione capillare delle “lacrime” a danno dei ceti “rapinati”, e questi buffetti sulle tasche dei “rapinatori”. Prevale ancora una logica inaccettabile: togliere ai poveri per dare ai ricchi. E questa continuità, purtroppo, l’ha indicata con chiarezza, come un segnale inequivocabile a chi voleva capire, la presenza di Monti al “salotto” di Bruno Vespa. Monti ed il suo governo sono l’epifania di un “sistema” prima occulto, ora palese anche agli sprovveduti. Dicevo che l’ennesima manovra non mi ha colto impreparato, e per un motivo molto sem [...]

11 Dic 2015 • Giovanni Bianco

F35: è un'altra la strada

di Giovanni Giudici*  Finalmente la notizia è arrivata nei titoli di giornale, nel panorama drammatico di questa crisi economica che esige sacrifici e tagli per il bene del Paese e per il futuro [...]

11 Dic 2015 • Giovanni Bianco

Attualità del pensiero di Giuseppe Dossetti

Incontro di studi dell' Associazione culturale nazionale "Giorgio La Pira", con il patrocinio dell' Accademia di studi storici "Aldo Moro" e dell' [...]

11 Dic 2015 • Giovanni Bianco

Deprecazione

Credo vada deprecata la scelta di Bersani di partecipare ad un falso confronto tra destra e sinistra (con Fini, in questo momento, stanno dalla stessa parte) con falsi arbitri (sono forse Fazio e Saviano indipendenti?). [...]

Un'opportunità

Una maggioranza Berlusconi, Fini, Casini, Tremonti (?), Bossi (???), è presumibile lasci molti insoddisfatti dalle parti della Lega e dalle parti del "centro". Una opportunità per fare il Pd. Oppure una opportunità per una iniziativa politica nuova di orientamento sturziano. [...]

Vecchia sinistra e nuova sconfitta

Obama perderà le elezioni del prossimo martedì? I sondaggi sono piuttosto stabili: il controllo della Camera dei rappresentanti tornerà ai repubblicani, più incerto il destino del Senato. Ma è Obama che perde le elezioni? E se sì, perché ci si avvicina a questo scenario? Innanzi tutto non commettiamo un errore di prospettiva. Non usiamo occhiali europei per guardare il panorama americano. [...]

Il mondo cattolico dopo Reggio Calabria

Anche io, come Stefano, torno da Reggio Calabria con qualche riflessione generale. Innanzi tutto per me è possibile un confronto con Verona 2006 e con Pisa 2007, confronto forzato (appuntamenti diversi per finalità e composizione delle delegazioni diocesane) ma utile. La mia convinzione è che Reggio Calabria possa caratterizzarsi come punto di svolta per eventuali “imprenditori ecclesiali”. [...]

La Fiom, la CGIL, il Riformismo ed il PD....

Sento adesso Cofferati (sepolcro imbiancato...) al TG3 e capisco che la sinistra e lo stesso riformismo sta messo proprio male... Lui il re del trasformismo (CGIL, Pirelli...qualche mese...sindaco...e non se sa cos'altro..) dice che ci vuole una legge sulla rappresentanza sindacale per fare votare i lavoratori che devono decidere. Cosa hanno fatto i lavoratori col Referendum su Pomigliano, [...]

Solidarietà nazionale e democrazia compiuta in Aldo Moro

Convegno nazionale di studi del  Circolo culturale "Giorgio La Pira" di Civita Castellana, con il patrocinio ' dell'Accademia di studi storici "Aldo Moro", dell' Archivio storico Flamigni  e della Provincia di Viterbo  -15 ottobre 2010 h.16 - su Solidarietà nazionale e democrazia compiuta in Aldo Moro [...]

Lezioni per il PD

The Economist ha scelto una linea attendista su Ed Miliband. E’ stato un critico di Blair ma non lo si può certo definire un uomo Old Labour, anche se le sue posizioni sulla pubblica amministrazione e sulla scuola non sono per niente chiare e contengono molti elementi di conservazione. Riuscirà poi ad affrancarsi dall’ipoteca sindacale? Più critico FT, anche se non mancano segnali da apertu [...]