La solitudine del cittadino

di Dario Catena Il volume affronta l’impatto dei processi di globalizzazione e di unione europea sulla costituzione del ’48 e sulla teoria costituzionale a partire dal concetto di sovranità al centro dell’attenzione di Giovanni Bianco. Sorge il dubbio che si dia fronte ad un vero e proprio processo di privatizzazione globale, per cui il diritto non possa più "governare, ordinare o almeno orientare la globalizzazione conferendole forma e certezza, anche a causa della formidabile rivoluzione tecnologica in atto". In questo nuovo contesto teorico-pratico che spazio resta al recupero della sovranità politica "nel vuoto immanente di uno spazio senza forma" prodotto da una deterritorializzazione del diritto, anticamera di un nuovo nichilismo sono giuridico? L'altra faccia della medaglia è la drammatica solitudine del cittadino nello Stato neo-liberale, conclusione a cui perviene Antonello Ciervo, che sulla scorta di un importante saggio di Dardot e Laval attribuisce agli S [...]

19 Set 2016 • Giovanni Bianco

Dal quotidiano nazionale di oggi

Riforma elettorale Salvare in ogni caso il ballottaggio nazionale di Stefano Ceccanti Il terreno della legge elettorale porta con sé due equivoci. Il primo è la confusione tra il piano cost [...]

08 Set 2016 • Stefano Ceccanti

The Threat of German Amnesia - J.Fischer

alla trasmissione di Gad Lerner, lunedì scorso, che ormai si vede anche a Bruxelles, il professore Toniolo ha detto qualcosa del genere: che questa intervista di Fischer era stata l'unico discorso da vero ed unico leader politico con una visione di Europa. The Threat of German Amnesia 25 May 2012 BERLIN – Europe’s situation is serious – very serious. Who would have though [...]

Open letter: we are all Greek Jews

Open letter: we are all Greek Jews Benjamin Abtan, Bernard-Henri Lévy, Elie Wiesel, Amélie Nothomb and others call on Europe to reject the extreme right guardian.co.uk, Monday 28 May 2012 14.16 BST The neo-Nazi party Golden Dawn [...]

Collaboration

  «Collaboration» è una short story di Henry James scritta nel 1892, nello scorcio di un fin de siècle europeo politicamente greve -  ad onta della sua fama di  belle époque -, segnato pesantemente da tensioni e risentimenti di vario ordine e grado tra le potenze continentali, non ultima quella rovinosa inimicizia franco-tedesca che vent’anni prima era [...]

Discorso di F.Hollande 15.05.2012

versione integrale del discorso di inizio di Presidenza di Hollande. Discours de M. le Président de la République - Cérémonie d'investiture Discours de M. le Président de la République - Cérémonie d'investiture [...]

Hollande Presidente.Speranza per l'Europa

di Vincenzo Comito L'elezione di Hollande impensierisce i cantori dell'ortodossia economica e restituisce speranza alla sinistra europea. Il suo programma, pur moderato, può ridare forza a un'Europa diversa. François Hollande ce l’ha fatta: è il nuovo presidente della repubblica in “una Francia in agitazione, inquieta e divisa” (Izraelewicz, 2012). In queste note cerchi [...]

Hollande? No, grazie.

Hollande è una pericolosa illusione per il PD. Sono d’accordo con Antonio Funiciello. Come dice David Miliband, solo una prospettiva che rinnovi la terza via blairiana, evitando di tornare a prima di Blair, può portarci fuori dal pantano. Ancora una volta è la sinistra atlantica il laboratorio del cambiamento. O nelle forme del pragmatismo di Obama, pensiamo alla politica internazionale, o ne [...]

Aldo Moro. Società e potere politico

La società italiana è in movimento e conta, più che in passato, sulle proprie forze. Essa coglie ed analizza criticamente i suoi problemi. Rivendica la sua autonomia e, in essa, la capacità di trovare in se stessa, il più largamente possibile, la sua guida. Si riconosce in centri propri di proposta e anche di decisione. Deferisce meno al potere politico le sue scelte e, quando accetta di dele [...]