L'Angelino

di Giovanni Bianco E' noto che Don Silvio abbia  un'idea molto particolare di democrazia, che ha poco a che spartire con quella che si è affermata in Italia ed in Europa nel secondo dopoguerra, con la resistenza e le lotte partigiane, con il costituzionalismo democratico. Una concezione "privatistica" e "personalistica" del rapporto tra governanti e governati, del governo del Paese e della struttura e direzione di un partito politico. Non a caso FI fu giustamente definito un "partito azienda" dominato dal suo "illuminato" fondatore. Non c'è da meravigliarsi se, visti gli ultimi e preoccupanti risultati elettorali, i più recenti sondaggi elettorali, il declino dell'asse di potere fondato sulla centralità della sua persona e l'assoluta difesa del suo patrimonio, si è permesso di indicare solennemente il nuovo segretario del Pdl, una sua creatura, sottomessa e ripetitrice della volontà del Capo, proveniente dalla Sicilia, dall'agrigentano, davan [...]

11 Dic 2015 • Giovanni Bianco

La crisi non tocca le armi

di Tonio Dell'Olio Fabio Mini non è il militante di un movimento pacifista, né un nonviolento convinto e radicale. Al contrario è un generale dell’esercito, ex comandante della Kfor in Ko [...]

11 Dic 2015 • Giovanni Bianco

Politica serva della finanza

di Felice Scalia Le misure di austerità presentate dal neo premier Monti mi lasciano sgomento ed interdetto, ma non impreparato. Non sono un economista, sono un prete che però ha sempre considera [...]

11 Dic 2015 • Giovanni Bianco

F35: è un'altra la strada

di Giovanni Giudici*  Finalmente la notizia è arrivata nei titoli di giornale, nel panorama drammatico di questa crisi economica che esige sacrifici e tagli per il bene del Paese e per il futuro [...]

11 Dic 2015 • Giovanni Bianco

Lustiger - Anche la religione è servizio pubblico...

Avvenire - 22 febbraio 2011 - IDEE Il cardinale di Parigi e la «laicité» Si intitola «Cittadino, comunità, Stato. Per una critica della ragione moderna» il contributo che l’arcivescovo di Parigi, il cardinale Jean-Marie Lustiger (scomparso nel 2007) leggeva nel 1995 davanti alla Commissione francese dei Diritti dell’uomo. Ora quel discorso (una parte del q [...]

Il nuovo oltre la siepe

A grubby Libyan lesson in realpolitik Financial Times, 22 Febbraio 2011   Gideon Rachman      Another week, another revolution. Muammer Gaddafi of Libya may soon become the third Arab president to be swept from power in little more than a month.    Until a few years ago, his toppling would have been greeted with delight in western capitals. But in recent years, the Liby [...]

Polito-Dahrendorf d'annata - "In dubio, pro vita."

Il Riformista - 27 Febbraio 2009 - di Antonio Polito La legge in Parlamento I MIEI DUBBI SUL TESTAMENTO BIOLOGICO Questo articolo non piacerà a molti lettori. Però lo devo scrivere lo stesso. La sostanza è che non vorrei stare nei panni dei residui spiriti liberi che siedono in Parlamento senza vincolo di mandato, quando dovranno votare la legge sul testamento biologico. Perché la loro scelta [...]

Don Giovanni all'inferno e Benigni in paradiso

di Eugenio Scalfari TANTO era stato retorico e melenso il Festival di Sanremo, con le sue canzoni nuove e mediocri e quelle antiche ridotte ad ali di farfalla appiccicate al muro con lo spillo, e tanto si è trasformato in una festa popolare, colorata, irriverente e istruttiva non appena Roberto Benigni è apparso sul palcoscenico dell'Ariston sul cavallo bianco e con in mano la bandiera dai [...]

Ruini e la democrazia

Il post di Teresa Bartolomei (Ruinismo, poliarchia e dintorni cattolico democratici) solleva una serie di interrogativi di grande importanza. Io vorrei concentrarmi su due proposizioni con le quali mi sembra ragionevole sintetizzare alcune sue principali tesi. La prima riguarda Ruini. Teresa ci dice: il ruinismo non va tanto valutato sul piano intraecclesiale - sul quale comunque Ruini non merita [...]