EMANUELE SEVERINO E NOI, di Luciano Iannaccone

Non conosco con adeguata profondità il pensiero di Emanuele Severino, ma sono stato colpito dalla sua scomparsa ed ho molto apprezzato il ricordo sia di Giovanni Cominelli sul “Sant’Alessandro” che di Francesco Tomatis su “Avvenire”.Al contrario mi ha spiacevolmente sorpreso il sostanziale silenzio dei  responsabili ecclesiali, italiani e romani, come non toccati dalla fine terrena di un “avversario della fede cristiana”. Lungi da me qualsiasi tentazione di attribuire a  Severino una visione cristiana, ma la realtà della vita e del pensiero è più complessa del “sic et non”.Ce lo spiega Tommaso d’Aquino, voce mi auguro non sospetta, proprio all’inizio della “Summa Theologiae” (Parte 1a, Quaestio 1°, Articolo 1) dove si chiede se sia necessario, oltre le discipline filosofiche, “aliam doctrinam h [...]

23 Gen 2020 • Luciano Iannaccone

Comunità e partecipazione in Adriano Olivetti

Incontro di studi dell'Associazione culturale nazione "Giorgio La Pira", con il patrocinio della Fondazione Adriano Olivetti, della Fondazione Giorgio La Pira, dell'Accademia di st [...]

08 Ott 2019 • Giovanni Bianco

La buona battaglia, di Luciano Iannaccone

Questa volta non ragioniamo dell’attualità politica ed economica, ma di una questione che ritengo decisiva: quella dell’annuncio e della testimonia [...]

08 Set 2019 • Luciano Iannaccone

Altro che Greta, di Giorgio Armillei

Altro che Greta Thunberg. Ora il personaggio dell’anno rischia di diventare Boris Johnson. La sua vittoria, prevista sì ma non con quelle dimensioni, può infatti trasformarsi in qualcosa di diverso dal cupo e noioso “miserabilism” del populismo britannico, di destra e di sinistra. Ovviamente senza farsi alcuna illusione e senza dimenticare i limiti dentro i quali Johns [...]

Cattolici e giustizia penale, di Giorgio Armillei

Prosegue ormai da settimane senza risultati la trattativa tra PD e M5s sui temi della giustizia penale, nonostante i vincoli del giusto processo previsi dall’art.111 della Costituzione siano messi palesemente in discussione dalla sospensione della prescrizione che andrà in vigore il 1 gennaio 2020. L’attivismo delle Procure non dà segni di arretramento, rendendo sempre p [...]

Non giocare con l'odio, di Luciano Iannaccone

Troppi condannano negli altri l’odio, vero o supposto, ma lo fanno con un disprezzo ed un livore  che ne sono eco. Infatti non c’è soltanto l’odio dei sentimenti e delle parole gridate, ma anche l’odio teologico che brucia l’avversario in effigie. C’è gran confusione sui social, s [...]

Guadagnare tempo. Ma quanto? di Giorgio Armillei

Dopo due mesi di governo Conte 2 alcune dinamiche sembrano stabilizzarsi. L’incontro tra M5s e PD somiglia sempre meno a un’alleanza emergenziale per impedire la deriva sovranista anti UE e sempre più a un’alleanza che cerca di dar vita a una coalizione di sinistra. In questo quadro l’episodio Umbria resta un incidente causato principa [...]

Ruini, la Chiesa cattolica, la politica italiana, di Giorgio Armillei

Non ho idea di quale possa essere l’influenza delle parole e dell’insegnamento di Camillo Ruini in questa fase della vita ecclesiale italiana e sullo scacchiere della politica populista. Forse non eccessiva, con tutta probabilità più debole rispetto a quella di cui era capace fino a qualche anno fa, certamente inferiore a quella (il ruinismo) che esercitò per venti anni [...]