In ricordo di Giovanni Bianchi. Un cattolico rigoroso

di Stefano Ceccanti Giovanni Bianchi ci ha lsciato. Nell'ultima parte del mio mandato alla presidenza della Fuci iniziai a collaborare con lui che fu allora eletto alla presidenza delle Acli. Finito il mandato mi chiamò a collaborare col centro istituzioni delle Acli insieme a Giorgio Armillei e a Salvatore Vassallo nella fase che poi sfociò nei referendum elettorali e che da lì proseguì. Nella prima decisiva raccolta di firme lui che era sempre stato un cattolico molto rigoroso e rispettoso della gerarchia non esito' a respingere con gentilezza ma anche con fermezza alcuni tentativi di veto ecclesiastico su una scelta tipica di responsabilità laicale. Gentilezza e fermezza: due doti costanti del suo impegno tra di noi. R.i.p.

Condividi Post

Commenti (0)

Lascia un commento